Università Cattolica del Sacro Cuore

Servizio civile nazionale

L’Università Cattolica del Sacro Cuore cerca 12 giovani (8 per la sede di Milano e 4 per la sede di Brescia) dai 18 ai 29 anni non compiuti da impiegare nel progetto: “Da alunno a studente universitario: un percorso inclusivo per studenti con disabilità e con DSA verso l’autonomia nello studio”.

Il Servizio Civile comporta un impegno di circa 30 ore settimanali per un anno per il quale è riconosciuto un compenso mensile di 433,80 euro.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata entro il giorno 28 settembre 2018.

La modulistica è disponibile al sito http://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/2018_bandovolordinario.aspx, per info e dettagli sul progetto contattare la sede per la quale di vuole presentare la propria candidatura (Milano o Brescia) ai seguenti recapiti:


Sede di Milano
Servizio Integrazione studenti con disabilità e con DSA - I chiostro (piano terra).
telefono 02 7234.3851 - 3852 (attivo solo negli orari di apertura della segreteria)
e-mail: segreteria.disabili@unicatt.it

Orario di apertura della segreteria:
lunedì, martedì, giovedì e venerdì: 9.00 - 12.30
mercoledì: 13.30 - 16.30


Sede di Brescia
Servizio Integrazione studenti con disabilità e con DSA - via Trieste, 17
tel. 030 2406298
e-mail: segreteria.disabili-bs@unicatt.it

Orario di apertura della segreteria:
lunedì, martedì, giovedì, venerdì: 9.30-12.30
mercoledì, giovedì: 14.00-16.30


STRUTTURA E OBBIETTIVI DEL PROGETTO 2018

Il progetto “Da alunno a studente universitario: un percorso inclusivo per studenti con disabilità e con DSA verso l’autonomia nello studio” ha lo scopo di potenziare la qualità dell’offerta formativa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a beneficio degli studenti universitari con disabilità e con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento).

La segreteria dei Servizi per l'integrazione degli studenti con disabilità e con DSA, nata nel 1999, in ottemperanza alla Lg. 28 gennaio 1999 n. 17 e alla Lg. 170 del 2010, si avvale di:

•             due segreterie (sede di Milano e sede di Brescia) addette all’adempimento delle richieste amministrative e burocratiche;

•             un servizio di consulenza pedagogica rispetto alle necessità didattico-educative degli studenti condotto da 5 pedagogiste esperte nell’intervento sulla disabilità e DSA;

•             il coordinamento e la supervisione di un Docente Responsabile, prof. Luigi d’Alonzo, Delegato dal Rettore per la disabilità e la diffusione di una cultura dell’integrazione.

Il presente Progetto nasce con l’intento non solo di garantire allo studente con disabilità che si immatricola in Università una esperienza formativa realmente integrante, ma anche di offrire uno spazio di ascolto dedicato e competente allo studente con DSA (per DSA si intendono Disturbi Specifici di Apprendimento: dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia).

Se i Servizi forniscono assistenza amministrativa e pedagogica, la presenza dei volontari del Servizio Civile Nazionale (d’ora in poi SCN) ha permesso in questi anni di ampliare l’offerta, garantendo le attività, già esistenti, di:

1.            accompagnamento curriculare ed extracurriculare

Sono in aumento gli studenti con disabilità motoria e visiva che necessitano di un adeguato servizio di trasporto e di accompagnamento. Queste tipologie di disabilità prevedono una presa in carico onerosa in termini di risorse impiegate, poiché necessitano di accompagnamenti mirati sia nel tragitto dalla stazione universitaria o metropolitana alla sede universitaria e viceversa, sia all’interno dell’Università. La presenza di volontari del SCN diventa, pertanto, essenziale non solo per garantire la frequenza alle lezioni, ma anche per offrire allo studente con disabilità un accompagnamento alle numerose e ricche attività ricreative e culturali offerte dall’Ateneo.

2.            promozione di contesti inclusivi

Per creare reale inclusione è prioritario il lavoro sui contesti di vita. La presenza dei volontari del Servizio Civile Nazionale (d’ora in poi SCN) ha permesso in questi anni di ampliare l’offerta del Servizio Integrazione grazie alla loro attività di mediatori tra il contesto universitario e gli studenti disabili anche grazie alla realizzazione di un evento specifico “Mettiti nei miei panni”. L’evento, attraverso esperienze di privazione sensoriale e motoria, ha permesso ai partecipanti (studenti, docenti, amministrativi) di sperimentare uno spaccato di vita quotidiana in Università di uno studente disabile (visivo e motorio). Oltre alle difficoltà in termini di barriere ed ostacoli, i partecipanti hanno potuto apprezzare la compagnia di studenti disabili e di volontari del SCN presenti durante l’esperienza, sperimentando modalità alternative per affrontare la quotidianità.

3.            potenziamento dell’utilizzo della tecnologia

Con il progetto SCN 2017 si è avviato un affiancamento degli studenti con disabilità al fine di familiarizzare con gli strumenti informatici (app, pagine virtuali, piattaforme dedicate…) essenziali per accedere ai servizi accademico-didattici.

Il presente progetto vuole potenziare questo obiettivo permettendo agli studenti con disabilità di trovare nel mezzo tecnologico lo strumento per l’autonomia nello studio in tutte le differenti competenze richieste dal percorso accademico: prendere appunti, accedere al materiale bibliografico, elaborare la conoscenza, sostenere gli esami.

 4.           avvio dello sportello DSA

In ottemperanza alla Lg. 170, nel 2010 il Servizio Integrazione ha attivato la consulenza pedagogica per gli studenti con DSA.
Il numero di studenti DSA che accedono al percorso universitario è in grande aumento: per rispondere in modo efficace alle richieste degli studenti, il Servizio a partire da gennaio 2018 ha aperto uno sportello apposito gestito da un pedagogista esperto.

I volontari del SCV, adeguatamente formati, saranno un importante supporto per lo sportello perché aiuteranno gli studenti a prendere familiarità con gli strumenti tecnologici a loro disposizione. Con l'aiuto del volontario SCV, lo studente DSA potrà allenarsi all'utilizzo delle tecnologie arrivando ad individuare, a partire dal proprio personale stile di apprendimento, le misure compensative più adatte al suo studio e soprattutto al sostenimento degli esami in autonomia.

Domanda (50,80 KB)

Dichiarazione titoli (144,00 KB)

Informativa privacy (19,22 KB)

Attachment 10356 ( KB)