Università Cattolica del Sacro Cuore

Modalità di valutazione

Il percorso di tirocinio richiede frequenza obbligatoria e può essere "approvato" se lo studente:

  • ha frequentato le ore previste;
  • ha ottenuto una valutazione positiva dal tutor di tirocinio dell’Università;
  • ha consegnato e discusso positivamente la relazione finale di tirocinio.

Al tutor dell’Ente è richiesta la compilazione di un questionario di valutazione finale dello studente-tirocinante, riguardante il conseguimento degli obiettivi previsti dal progetto del tirocinio, le modalità comunicative messe in atto, le competenze professionali sviluppate.

Tenuto conto dei rimandi del tutor aziendale, il tutor di tirocinio dell’Università integra la propria valutazione della competenza relazionale del tirocinante (puntualità, interesse e partecipazione, responsabilità e rispetto degli impegni, capacità di lavorare in gruppo, …) e di alcune competenze professionali (osservazione, progettazione, valutazione e gestione delle relazioni).

L’approvazione del tirocinio è condizione indispensabile per il conseguimento della laurea.

AVVERTENZE
Il tirocinio esterno è regolato da una convenzione, stipulata tra l’Ente e l’Università Cattolica, che definisce gli impegni delle parti coinvolte. L’Università Cattolica assicura i tirocinanti contro gli infortuni sul lavoro presso l’Inail. In ottemperanza al D.Lgs. 81/08 "Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro", i tirocinanti devono essere intesi come "lavoratori" e il soggetto ospitante si impegna a farsi carico delle misure di tutela e degli obblighi stabiliti dalla normativa. L’Università Cattolica offre agli studenti il corso di formazione generale alla sicurezza di 4 ore. Le restanti ore di formazione specifica (da 4 a 12 ore aggiuntive, in base al livello di rischio dell’ente) potrebbero essere richieste al tirocinante direttamente dall’Ente ospitante, così come l’eventuale visita medica.