Università Cattolica del Sacro Cuore

La formazione dei giovani per il rilancio del Sud

CATANIA 21 settembre 2017

Venerdì 22 settembre a Catania il primo convegno sul territorio di Alumni Cattolica, il network che riunisce i laureati dell’Ateneo. I dati dell’Osservatorio Giovani

Il primo convegno sul territorio dedicato agli Alumni dell’Università Cattolica. Venerdì 22 settembre, alle ore 16.00, la Sala dei Vescovi, Palazzo Arcivescovile, di Catania (Via Vittorio Emanuele II, 159) ospiterà l’incontro “Giovani e Università Cattolica. La formazione integrale della persona per lo sviluppo dell’Italia meridionale”. All’iniziativa, promossa in collaborazione con Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo e Chiese di Sicilia, interverrà anche il ministro degli Esteri Angelino Alfano.

Dopo i saluti istituzionali del rettore dell’Ateneo Franco Anelli, di Enzo Bianco, sindaco di Catania, di monsignor Salvatore Cristina, arcivescovo di Catania, di Davide Faraone, sottosegretario alla Salute, già sottosegretario all’Istruzione, e Andrea Patanè, delegato della Conferenza Episcopale Siciliana per l’Università Cattolica, seguiranno due sessioni di lavoro rispettivamente intitolate “La condizione giovanile in Italia: il focus Sicilia” e “Lo Sviluppo Economico: esperienze concrete, ed obiettivi da raggiungere”.

Alla prima sessione (ore 16.30) – moderata da Antonella Sciarrone Alibrandi, prorettore Università Cattolica nonché presidente Alumni Cattolica – Associazione “Ludovico Necchi”, parteciperanno Emiliano Sironi, ricercatore della facoltà di Economia, Saverio Continella, amministratore delegato del Credito Siciliano SpA, e il ministro Angelino Alfano, alumnus Cattolica.

In tale occasione saranno presentati i risultati sui Giovani e il Sud emersi dalla base dei dati che ha permesso la realizzazione del Rapporto Giovani 2017 (RG2017), realizzato dall’Istituto Toniolo con il sostegno di Intesa Sanpaolo e della Fondazione Cariplo. Gli aspetti principali dell’indagine sono raccolti nel volume “La condizione giovanile in Italia - Rapporto Giovani 2017” (Il Mulino, 2017). Il RG2017 si è basato su un campione di oltre 6.172 giovani tra i 19 e i 34 anni.

Secondo il RG2017 i giovani del Sud Italia sono più insoddisfatti dei coetanei al Nord, ma allo stesso tempo sono molto dinamici e orientati a mettersi in gioco per favorire un cambiamento positivo del proprio destino. Se, da un lato, la soddisfazione nei confronti della propria situazione finanziaria è nettamente inferiore ai giovani del Nord (34% di soddisfatti al Sud rispetto al 47% del Nord e al 44% del Centro), dall'altro, però, i giovani del Sud sono maggiormente disposti a spostarsi in Italia e all’estero pur di migliorare la propria condizione economica. Infatti, il 49% accetterebbe di andare fuori dall’Italia (contro il 40% del Nord e il 44% del Centro), il 21% sarebbe disposto a spostarsi in qualsiasi regione pur di rimanervi, il 15% si sposterebbe solo all’interno della propria regione, mentre solo il 15% non è disposto ad affrontare spostamenti. Le condizioni per le quali i giovani del Sud accetterebbero una nuova proposta di lavoro sono: la remunerazione con il 33% (37% Nord e Centro), la coerenza con la propria formazione con il 25% (21% Nord e 23% Centro), e la possibilità di conciliare il lavoro e la famiglia con il 24% (29 % al Nord e 32% al Centro).

Nella seconda sessione (ore 18.00) si confronteranno Carmelo Papa, amministratore delegato e direttore generale STMicroelectronics Italia, Salvo Pogliese, europarlamentare, Pietro Dogliani, enologo e viticoltore Dogliani sas e alumnus Università Cattolica, Alfio Di Pietro, segretario generale della Consulta regionale delle Aggregazioni laicali.

Le conclusioni dell’iniziativa saranno affidate a monsignor Antonino Raspanti, vice presidente Conferenza episcopale italiana.

Alumni Cattolica è un grande network che riunisce le principali realtà associative formate da ex studenti che condividono un legame profondo con l’Università Cattolica e che vogliono continuare a contribuire alla sua crescita. Una comunità di persone presente a livello nazionale e internazionale, aperta a tutti coloro che hanno conseguito un titolo di studio di qualsiasi livello e in qualunque ambito presso l’Ateneo dei cattolici italiani.

Referente: Katia Biondi (katia.biondi@unicatt.it)