Università Cattolica del Sacro Cuore

Politiche europee ed internazionali

Sede didattica: Milano

Lingua: Italiano

Classe di laurea: LM-52 (Relazioni internazionali)

Durata corso di Laurea: 2

Facoltà: Facoltà di Scienze Politiche e Sociali

Anno accademico: 2016/2017

CoordinatoriSimona BerettaMarinella Fumagalli, Riccardo RedaelliDocenti di ruolo titolari di insegnamentoPietro Luca AzzaroCarlo Luigi BerettaMireno BerrettiniCristina BonRossella Alessandra BottoniPatrizia CatellaniSilvio Cotellessa, Massimo De LeonardisFabio IntroiniMario Agostino MaggioniMartino MazzoleniClaudia Mazzucato, Enrica Patrizia NeriDamiano Palano, Vittorio Emanuele Parsi, Cristina PasqualiniGianluca PastoriFausta PellizzariAndrea SantiniLaura Zanfrini.


I contenuti

Fornire gli strumenti per saper guardare contemporaneamente al maggior numero possibile di sfaccettature dei fenomeni politici, economici, istituzionali e sociali che caratterizzano le dimensioni europea ed internazionale, per averne un quadro completo. È questo l’obiettivo formativo della laurea magistrale in Politiche europee ed internazionali. Tale obiettivo richiede un approccio multidisciplinare, tipico del percorso formativo classico di Scienze politiche. Questo corso di laurea è dunque la naturale continuazione della laurea triennale in Scienze politiche e delle relazioni internazionali e riprende le sue caratteristiche fondanti e i suoi punti di forza. Condizione per fruire di questo corso di laurea magistrale è la formazione, in ambito politico, economico e sociale, già acquisita sul funzionamento di Istituzioni, Stati, Sistemi Paese, Sistemi complessi.

La metodologia didattica

Il corso è caratterizzato da un approccio multidisciplinare, nel quale trovano spazio discipline economiche, giuridiche, politologiche, psico-sociologiche, storiche. Il percorso di studi consente allo studente, grazie alle molteplici opzioni tra insegnamenti, di costruirsi un percorso formativo personalizzato in grado di rispondere più da vicino ai propri interessi personali e di approfondire aspetti particolari e specialistici dei processi multidimensionali di cambiamento del mondo contemporaneo.

Il formato

L’organizzazione didattica prevede un impianto tradizionale con lezioni frontali affiancate da esercitazioni e interventi di esperti a carattere seminariale. Contempla altresì, al secondo anno, uno stage e un seminario interdisciplinare che completano l’intero percorso di studi in avvio del lavoro di tesi e sono finalizzati a sperimentare le possibilità di mettere a frutto l’interdisciplinarietà su tematiche di comune interesse. Particolare enfasi è posta sul lavoro di elaborazione della tesi, vista come occasione di sintesi e di applicazione delle conoscenze acquisite sotto la guida del docente relatore.

Dopo la laurea

L’impianto multidisciplinare, focalizzato sull’acquisizione di capacità e strumenti interpretativi generali, consente al laureato in Politiche europee ed internazionali di poter accedere a diversi contesti lavorativi, quali, ad esempio, la carriera diplomatica, le attività professionali e politiche all’interno delle istituzioni pubbliche, internazionali, nazionali e locali-regionali; l’impiego nei settori della consulenza aziendale, della selezione del personale, della programmazione economica, delle relazioni pubbliche, degli uffici studi.


Brochure della Facoltà di Scienze politiche e sociali, a.a. 2016/17 (2123,41 KB)

  • Cerchi informazioni sui nostri corsi?
    Per conoscere al meglio il tuo futuro universitario lasciaci i tuoi contatti e riceverai news su Open day, saloni dello studente, test di ammissione e molto altro.