Università Cattolica del Sacro Cuore

Dopo la laurea

Animatore digitale

Funzione in un contesto di lavoro: questa figura, prevista anche dal nuovo Piano Nazionale della Scuola Digitale, opera nei contesti scolastici e parascolastici sviluppando progetti di e-learning, integrando strumenti didattici online e offline; offrendo supporto alla didattica a sostegno dei BES; sviluppando progetti didattici in ambienti digitali di apprendimento, piattaforme online, MOOC e Webinar; collaborando alla formazione digitale degli insegnanti e alla diffusione dell’innovazione nella propria scuola.
Competenze di ordine pedagogico, tecnologico e comunicativo; competenze di coordinamento e supporto dell’attività didattica.
Sbocchi professionali: animatore digitale nelle scuole, nelle agenzie di formazione, nelle istituzioni educative, nei servizi parascolastici.

Consulente pedagogico per la comunicazione

Funzione in un contesto di lavoro: questa figura collabora ai processi di ideazione, realizzazione, distribuzione di prodotti mediali o di esperienze comunicative a carattere educational o edutainment; alla progettazione e realizzazione di percorsi formativi rivolti ai più giovani e a specifici target di pubblico; all’attività comunicativa a carattere istituzionale, interna ed esterna, delle organizzazioni complesse.
Sbocchi professionali: nelle industrie creative rivolte all’infanzia e ai giovani; nelle istituzioni culturali e del tempo libero (musei, auditorium, parchi tematici a carattere culturale etc.); nelle organizzazioni complesse.

Media educator

Funzione in un contesto di lavoro: questa figura sviluppa progetti di educazione ai media e con i media nei diversi contesti dell’extrascuola, a supporto dei relativi progetti educativi, anche a carattere innovativo; della formazione; dei servizi, a supporto di peculiari progetti di intervento educativo (integrazione multiculturale, sostegno alle fragilità, alla genitorialità, agli anziani).
Sbocchi professionali: nelle organizzazioni complesse del settore pubblico e privato; nelle agenzie educative finalizzate all’animazione e all’aggregazione giovanile, nell’associazionismo, nella comunità ecclesiale; nei servizi socio educativi e negli enti territoriali.