Università Cattolica del Sacro Cuore

Giurisprudenza

Sede didattica: Milano

Lingua: Italiano

Classe di laurea: LMG/01 (Giurisprudenza)

Durata corso di Laurea: 5

Facoltà: Facoltà di Giurisprudenza

Anno accademico: 2016/2017

Studiare Giurisprudenza significa acquisire una cultura giuridica di base, nazionale ed europea, padroneggiare le tecniche, le metodologie e i principi del diritto. A questo si aggiungono le conoscenze storiche, che consentono di valutare gli istituti del diritto nella loro evoluzione, e lo sviluppo di capacità di produzione di testi giuridici chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l’uso di strumenti informatici. Il corso, inoltre, sviluppa le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica, di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto, insieme alla competenza nella lingua e nelle lingue del diritto.

Solo conseguendo la laurea magistrale a ciclo unico si può accedere all’esame di Stato per l’esercizio delle professioni legali (avvocatura, magistratura, notariato) e alla dirigenza pubblica.

Struttura del corso

Il corso si articola in cinque profili curriculari, ideati per proporre una combinazione di insegnamenti equilibrata e completa, pur nell’ambito delle attività formative opzionali, e realizzare determinate vocazioni culturali e professionali:

  • forense
  • amministrativa
  • internazionale
  • d’impresa
  • penalistico-criminologica

Tra i seminari a scelta, la cui verifica di frequenza e apprendimento comporta il riconoscimento di 1 credito formativo universitario (cfu), si segnala Giustizia e Letteratura organizzato dal Centro Studi “Federico Stella” sulla giustizia penale e la politica criminale (CSGP): è un ciclo seminariale sul tema della giustizia nella letteratura che s’ispira ai corsi di Law and Literature organizzati in molte università inglesi e americane, ampliandone però in modo originale la prospettiva. Gli incontri mirano a mettere a contatto i partecipanti, grazie alle testimonianze di eminenti scrittori, critici letterari e giuristi, con le interpretazioni di significativi testi pertinenti al tema della giustizia (specialmente penale), affinando così l’apertura al dialogo interdisciplinare, la sensibilità culturale e il “senso di giustizia” degli appartenenti al mondo delle professioni, non solo giuridiche, e degli studenti. Dall’anno accademico 2015-16, la Facoltà di Giurisprudenza organizza innovative “cliniche legali” (legal clinics), dette “Esperienze di pratica legale in diritto civile e commerciale, penale, amministrativo e internazionale”, secondo il modello accademico anglosassone del learning by doing. L’obiettivo è di trasmettere agli studenti degli ultimi anni del corso di laurea magistrale alcune competenze proprie della professione di avvocato. L’impostazione di questi corsi tiene conto della possibilità (in base ad apposita convenzione già stipulata dall'Università Cattolica con il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Milano, come previsto dall'art. 40, I. 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense) di un loro riconoscimento (unitamente a modalità di tirocinio presso studi legali, da svolgersi nel V anno di corso), già durante il corso di laurea, come sei mesi di pratica forense nell’ambito del periodo richiesto ai fini dell’accesso all’esame di abilitazione alla professione di avvocato.


Opuscolo dei corsi triennale e a ciclo unico della Facoltà di Giurisprudenza - a.a. 2016/17 (5786,44 KB)

  • Cerchi informazioni sui nostri corsi?
    Per conoscere al meglio il tuo futuro universitario lasciaci i tuoi contatti e riceverai news su Open day, saloni dello studente, test di ammissione e molto altro.