Università Cattolica del Sacro Cuore

Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo

Sede didattica: Milano

Lingua: Italiano

Classe di laurea: L-18 (Scienze dell´economia e della gestione aziendale)

Durata corso di Laurea: 3

Facoltà: Interfacoltà di Economia, Lettere e Filosofia

Anno accademico: 2016/2017

Il corso di laurea interfacoltà in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo afferisce in tutto alle Facoltà di Lettere e filosofia e di Economia e si propone di integrare la cultura economico-aziendale con le discipline relative alla storia, analisi, valorizzazione e promozione dei beni culturali e dello spettacolo. L’intento prioritario è quello di formare professionisti operanti nel settore dei beni e delle attività culturali, ma, allo stesso tempo, anche e più in generale, di formare al management di impresa mediante un confronto con i valori della tradizione umanistica.

Obiettivi

L’obiettivo del corso di laurea in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo è formare una figura professionale in grado di:

  • operare nei settori dell’arte e della cultura con competenze gestionali, progettuali e imprenditoriali avendo una qualificata formazione di base nelle discipline storico-artistiche, teatrali, musicali, cinematografiche e giuridiche insieme a forti competenze teorico-pratiche nel campo dell’economia e della gestione (operativa, commerciale, organizzativa e finanziaria) delle imprese del settore culturale;
  • utilizzare efficacemente la lingua inglese, anche nell’ambito specifico di competenza, e una seconda lingua dell’Unione Europea per lo scambio di informazioni generali;
  • utilizzare le competenze informatiche per l’utilizzo dei sistemi di elaborazione dati.
     

Conoscenze

Il percorso di studi fornisce le fondamentali competenze nelle principali discipline economiche e aziendali, le nozioni di base di diritto privato e commerciale e della legislazione specifica del settore e, altresì, introduce allo studio della storia e della critica artistica, teatrale, musicale e cinematografica.

La presenza di docenti dell’area economica e dell’area umanistica rappresenta uno dei punti maggiormente qualificanti del corso di laurea; la gestione di un’azienda complessa e specifica quale quella operante nel settore culturale e dello spettacolo richiede infatti che lo studente acquisisca, oltre alle competenze manageriali, anche una spiccata sensibilità verso le esigenze e il punto di vista della specifica attività svolta.

Didattica

Il corso, caratterizzato da metodologie didattiche di tipo interattivo, affianca alle tradizionali lezioni frontali l’utilizzo dei seguenti strumenti di didattica attiva: esercitazioni, laboratori, seminari, corsi integrativi, simulazioni, analisi di temi di attualità, discussione di casi, incontri con imprenditori, manager e professionisti del settore e altre forme didattiche finalizzate allo sviluppo delle capacità di analisi.

Il percorso didattico prevede l’impiego costante di piattaforme on line, dove lo studente può reperire il materiale didattico integrativo e tutti gli ulteriori riferimenti e contatti per l’approfondimento del contenuto degli insegnamenti e per la preparazione degli esami.

Struttura del corso

Per l’intero arco del triennio discipline di carattere economico e giuridico si affiancano a studi umanistici, con un’attenzione particolare riservata, come sempre, alle lingue: inglese nel primo anno e una seconda lingua a scelta tra francese, spagnolo e tedesco nel terzo anno.


Opuscolo dei Corsi di laurea triennale della Facoltà di Lettere e filosofia - a.a. 2016/17 (5679,09 KB)

  • Cerchi informazioni sui nostri corsi?
    Per conoscere al meglio il tuo futuro universitario lasciaci i tuoi contatti e riceverai news su Open day, saloni dello studente, test di ammissione e molto altro.